Premio di Poesia "Città di Arenzano"

Intitolato a Lucia Morpugo Rodocanachi

Ogni anno a giugno

“Parlare di poesia oggi ha ancora un senso, anzi lo ha più che mai. In un mondo assordato dai rumori e sfibrato dalla complessità dei problemi, in cui predominano le immagini e la tecnologia, la poesia rappresenta un bene irrinunciabile, un antidoto efficace al degrado del linguaggio, un modo per fare rimanere viva la parola e difenderla dalla banalizzazione imperante.”
Questa è la convinzione del premio annuale di poesia “Città di Arenzano” che l’Associazione Unitre di Arenzano e Cogoleto, con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, organizza dal 2008 con lo scopo di far conoscere gli autori più significativi del panorama contemporaneo ma, soprattutto, di educare alla poesia. Sogno e speranza degli organizzatori è anche far ritornare nel nostro paese i grandi poeti, come ai tempi del salotto letterario di Lucia Morpurgo Rodocanachi, a cui è intitolato il premio, che intorno agli anni Trenta accoglieva nella sua “casa rosa” di Arenzano con il marito, il pittore Paolo Stamaty Rodocanachi, poeti come Eugenio Montale, Adriano Grande, Angelo Barile e Camillo Sbarbaro.

Regolamento

La formula scelta ricalca modelli già diffusi con successo nel nostro Paese, come, ad esempio, il Premio Camaiore, il Lericipea o il Metauro. Una giuria tecnica, composta dal poeta Umberto Piersanti e dai critici letterari Roberto Galaverni e Stefano Verdino, seleziona le opere di tre autori tra coloro che hanno pubblicato una raccolta di poesie nel biennio precedente l’edizione. Sono però i 31 membri della giuria popolare, persone di diversa età e professione, a proclamare il supervincitore nel corso di una cerimonia conclusiva, dopo la pubblica lettura dei versi da parte degli autori finalisti.

Altre sezioni del premio

"Luci a mare" (alunni scuola primaria e secondaria)

Nel titolo del premio “Luci a mare” c’è il richiamo a Lucia Rodocanachi (Lucia amare), al mare con le sue luci nel variare delle stagioni e della giornata e alle lampare dei pescatori. Dal 2009 questo concorso è riservato agli alunni della scuola primaria (ultime tre classi) e secondaria di primo grado nella convinzione che l’insegnamento della scrittura poetica possa avere un ruolo significativo nella formazione psicologica, affettiva e critica degli studenti, oltre che naturalmente nell’educazione linguistica e letteraria. A sostegno dell’iniziativa, nel corso dell’anno, si attivano presso le scuole laboratori di didattica della poesia per sviluppare le capacità espressive dei partecipanti e guidarli alla stesura dei componimenti. I testi vincitori e segnalati sono esposti nelle vetrine del paese nelle settimane precedenti la cerimonia conclusiva del premio.

"Per il verso giusto" (giovani dai 14 ai 29 anni)

Dall’ottava edizione il Premio di Poesia “Città di Arenzano” si arricchisce di una sezione aperta a tutti i giovani di Arenzano e Cogoleto che hanno tra i 14 e i 29 anni. Due sezioni (14-19; 20-29) in cui si può concorrere gratuitamente con una raccolta di poesie a tema libero, che vengono lette e valutate dalla stessa giuria di critici del Premio “Città di Arenzano”. Oltre ai premi in palio per i vincitori, viene organizzato gratuitamente per tutti i partecipanti un seminario intensivo di poesia (indicativamente una settimana nei mesi di luglio o agosto) in cui c’è la possibilità di lavorare e riflettere sulle proprie opere accompagnati dai consigli formativi dei critici del premio.

Informazioni

Per approfondimenti, leggere le poesie pubblicate e vedere tutte le edizioni visita il sito.

sunmagnifiercrossmenuchevron-down