Giornata della Memoria 2024

Comune di Arenzano

Organizzatore

Comune di Arenzano
Telefono
010 912 7581
Email
turismo@comune.arenzano.ge.it

Costo

ingresso libero

Data

Gen 28 2024

Ora

16:00

Luogo

Teatro "Il Sipario Strappato"
Via Marconi 165

Giornata della Memoria 2024

La celebrazione della Giornata della Memoria rinnova il ricordo della Shoah, mettendo in circolo conoscenze, pensieri, emozioni e cercando il più possibile di coinvolgere tutta la cittadinanza e le nuove generazioni.

Il tema di quest'anno "Siamo tutti coinvolti" prende atto da una citazione di De Andrè nel testo della Canzone del maggio nell’Album Storia di un impiegato,

...Anche se voi vi credete assolti
Siete lo stesso coinvolti

e dalle parole di Liliana Segre che ha presieduto la Commissione straordinaria intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all'odio e alla violenza, invitando a non “rimanere passivi a quello che succede e lasciare ad altri l'incarico di risolvere le cose” , “Se ognuno di noi, uomo, donna, di qualunque religione, non ha la possibilità di dire quello che pensa e di cercare di mettere in atto quello che si è prefisso nella vita, allora non sono solo io che, nei momenti più cupi, penso di aver vissuto invano, ma chi non segue la propria natura più profonda e lascia fare agli altri disinteressandosi con indifferenza è molto colpevole. Bisogna sentire la propria coscienza più che mai viva".

Quest'anno la Giornata della Memoria avrà un valore fondamentale, nella profonda convinzione che la cultura e la memoria possano coltivare consapevolezza di quanto ciascuno di noi sia chiamato a fare la sua parte: riconoscendo l’umanità degli altri, la nostra comune umanità, perché è l’unico presupposto per il futuro di pace che dobbiamo con ostinazione continuare a cercare.

Di fronte ad un presente caratterizzato da una conflittualità sempre più estesa e da manifestazioni di antisemitismo in Italia e in tutto il mondo, il Giorno della Memoria rappresenta un’occasione unica per interrogarci su quanto la nostra storia moderna abbia già conosciuto la malattia e il suo antidoto.

 

Sarà presente Filippo Biolé, Presidente dell'Accademia Ligusitica di Belle Arti e vicepresidente di ANED Genova, che da anni si presta nelle scuole come «erede di testimoni» dell’orrore che furono le leggi razziali fasciste e la deportazione degli ebrei genovesi. Nipote di Bruno De Benedetti, medico a Genova e morto nel lager di Dachau , Filippo Biolè risponderà alle domande dei ragazzi del CCR e della Consulta giovanile.

Evento a cura del Comune di Arenzano con la partecipazione delle Associazioni culturali del Territorio.

 


sunmagnifiercrossmenuchevron-downchevron-leftchevron-right