Rifugio Gillwell

Accesso Stradale

Per il Rifugio Gillwell, dopo l'uscita autostradale di Arenzano si prende a destra in direzione del valico della Colletta. Poco prima si volta a destra per Loc. Terralba, quindi si percorre via Pecorara sino alla Località Curlo, dove si posteggia in un ampio parcheggio. Si prosegue a piedi fino al Passo della Gava (qui il percorso Curlo-Gava).

Descrizione

Per il Rifugio Gilwell si devono seguire dapprima le indicazioni per Passo della Gava.

Al passo della Gava si imbocca il sentiero che sale verso sinistra con i due bolli rossi in direzione passo del Faiallo, fino ad una freccia (a sinistra) che indica per il Rifugio Saiardo/Gilwell, (m 890) Il tempo di percorrenza dalla Gava al rifugio è di circa 20 minuti.
Il riparo Saiardo-Gilwell è situato a 890 m di quota su una traccia di sentiero che collega l'itinerario Passo della Gava - Passo del Faiallo e l'itinerario Voltri - Monte Reixa (segnavia X rossa).
Costruito nella seconda metà del 1800 come cascina, offriva una base, anche per lunghi periodi, sia per la fienagione che per portare il bestiame al pascolo; il riparo presenta dimensioni leggermente maggiori rispetto agli altri presenti sul territorio: due piani e una piccola stalla.
Il casolare, poi abbandonato fino al 1973, venne ristrutturato ad opera degli Scout di Arenzano, che, a ricordo del casato inglese di Robert Baden Powell, fondatore dello scoutismo, lo ribattezzarono Gilwell.
Il riparo è sempre aperto, la stanza al piano superiore, accessibile dall’esterno attraverso una rampa, è pavimentata in legno e può essere utilizzata come dormitorio, mentre al piano terra è presente un tavolo e una stufa. Nei pressi del rifugio, salendo a ovest, c’è una fonte.

Rifugio Gillwell

Partenza:
Località Curlo
Arrivo:
Rifugio Saiardo - Gillwell m. 890
Tempo di percorrenza:
2.30 h
Lunghezza:
5,6 km
Dislivello:
580 m
Caratteristiche:
Segnavia (due tondi rossi)
Difficoltà:
E - Escursionistico
Gallery
magnifiercrossmenuchevron-down