Torre dei Saraceni


Situata sulla Costa Boera , dove ancora oggi la possiamo vedere, venne eretta dopo il grave saccheggio del borgo di Arenzano compiuto nel giugno dell’anno 1559 dal capitano Amoret Rais .
Fu seriamente danneggiata dal trascorrere del tempo e venne poi inclusa nella proprietà del marchese Alessandro Pallavicino che all’inizio dell’800 decise di ricostruirla rispettando le caratteristiche originarie: una pianta quadrangolare, come si vede dalle foto, e uno spessore murario esiguo.
Sorge, come le altre disseminate lungo la costa ligure, in un punto dal quale la visuale s'allarga sul mare aperto e da dove è più facile avvistare il nemico.
Le torri, che dovevano essere sempre presidiate, notte e giorno a turno, avevano infatti il compito di avvistare l 'avvicinarsi di navi sospette per segnalarlo tempestivamente al borgo, consentire alle donne ed ai bambini di mettersi al riparo, agli uomini validi di prepararsi per la difesa e, nello stesso tempo, porre in allarme le altre torri dei borghi vicini.




Comune di Arenzano (GE) - Via S.Pallavicino, 39 - 16011 Arenzano (GE)
Tel. +3901091381 - Fax.+390109138222 - P.I. 00449500107
Sito realizzato da Ufficio CED - Redazione: Ufficio Turismo - I.A.T. - Comune di Arenzano
email: iat@comune.arenzano.ge.it - P.E.C.: info@pec.comune.arenzano.ge.it